Borgo Libri: Festival della letteratura a Borgofranco d’Ivrea

Scritto il 12 Maggio 2022

Dal 26 al 29 maggio 2022, dopo il successo dello scorso anno, a Borgofranco d’Ivrea, nella splendida cornice di Palazzo Marini, torna Borgo Libri: Festival della letteratura.

Anteprima d’eccezione, giovedì 19 maggio, alle ore 20,45, con la presentazione del volume: “Antologia di Salvator Gotta”, con prefazione del prof. Gianni Oliva, di Luciana Banchelli, iniziativa inserita nel programma Salone Off 2022 del Salone Internazionale del libro di Torino. L’antologia propone una raccolta di testi tratti dalle opere del grande scrittore italiano, sui Comuni di Ivrea e Canavese, al quale si è aggiunto un inedito di grande interesse sulla Valle d’Aosta. 

Borgo Libri è organizzato dal Comune di Borgofranco di Ivrea, con l’Associazione Luci e la Edizioni Pedrini. L’evento ha il patrocinio di: Regione Piemonte, Ivrea Capitale Italiana del Libro 2022, Ass. Europea delle Vie Francigene e ADEI (Ass. degli Editori Indipendenti). 

Saranno presenti al Festival: autori, storici, giornalisti, poeti, di indiscussa notorietà, tra i quali Massimo Centini, Piero Abrate, Dino Valle, gli storici Pier Franco Quaglieni e Sandra Barberi; la lombarda Natalia Marraffini vincitrice del Concorso Nazionale “Lingua Madre” del Salone del Libro di Torino 2021; Alessandra Ferraro caporedattrice di TG3 Rai Valle d’Aosta; il disegnatore di fumetti e creativo Bruno Testa di Novara; insieme a numerosi autori esordienti, che si affacciano per la prima volta nel mondo letterario.

Giovedì 26 maggio, alle ore 21:00 apertura ufficiale del festival con gli interventi delle Autorità regionali e Città Metropolitana, del Comune di Borgofranco con il Sindaco Fausto Francisca e l’Assessore all’Internazionalizzazione Gabriella Gedda, del Presidente dell’Ass. Degli Editori Indipendenti Marco Zapparoli, del Sindaco della Città di Ivrea Stefano Sertoli e dell’Assessore alla Cultura del Comune di Ivrea Costanza Casali, del direttore editoriale “Ivrea Capitale Italiana del Libro 2022”  Paolo Verri e di Gianmario Pilo della “Grande Invasione”.  A seguire, la presentazione del Concorso Nazionale Letterario “Images” riservato alla scrittura di un romanzo, ambientato in Piemonte e Valle d’Aosta; e l’assegnazione al Maestro eporediese Gianni Monte del prestigioso premio “Cultura e Società 2022”. La serata si conclude con l’inaugurazione dell’esposizione delle opere della pittrice Tiziana Cascio, dal titolo: “Passione disegno”, che rimarrà aperta durante i giorni del Festival.

L’apertura della giornata di venerdì 27 maggio è dedicata ai legami culturali e sviluppo del territorio  con uno sguardo internazionale legato all’Anno della Cultura e Turismo Italia-Cina 2022 con la presentazione a cura dell’ospite d’onore Chen Ming Presidente ANGI, del volume: “Alla Scoperta del Patrimonio Culturale Immateriale di Rui’an” di Gabriella Bonino. In questa occasione sono previsti gli interventi ufficiali di Autorità regionali e Città Metropolitana, del Comune di Borgofranco , della Presidenza del Consiglio regionale della Valle d’Aosta Luca Distort, del Sindaco della Città di Ivrea Stefano Sertoli, del Presidente del Consiglio comunale della Città di Ivrea Diego Borla e della Responsabile Fundraising di Turismo Torino e Provincia Paola Lamborghini. Seguirà l’inaugurazione della mostra fotografica in collaborazione con il Museo del Patrimonio Immateriale di Rui’an con l’annessa esposizione di Tesori sconosciuti Jianzhi” carte ritagliate cinesi in collaborazione con l’ANGI (Associazione Nuova Generazione italo-cinese), anche in questo caso l’esposizione rimarrà aperta durante i giorni del Festival. Sempre venerdì al pomeriggio “Il Canavese ispira grandi autori…” con la partecipazione delle Scuole, letture di testi tratti dalle opere di: Guido Gozzano (La danza degli gnomi), e di Emilio Salgari (Le Meraviglie del 2000). Le letture saranno tenute dagli studenti di teatro della Scuola di Musica e Teatro Liceo Musicale di Ivrea. L’evento, è proposto con la partecipazione dell’Istituto Comprensivo Statale di Settimo Vittone -Borgofranco d’Ivrea, con il coinvolgimento degli insegnanti e degli studenti per la realizzazione di un disegno a tecnica libera. Nel contesto dello stesso pomeriggio e rivolto agli studenti è previsto l’appuntamento: “Colori e pennelli…” come si realizza la copertina di un libro tenuto dalla pittrice e disegnatrice Vanda Sarteur. Sempre venerdì il primo appunto di una novità del Festival “Pomeriggi in Giardino” con la conferenza “Save the glacier” a cura del Forte di Bard che illustrerà il progetto di tutela ambientale legato ai cambiamenti climatici, alla quale parteciperà la Presidente prof. Ornella Badery e il prof. Michele Freppaz dell’Università di Torino del Dipartimento scienze agrarie e forestali. Paolo Facchin e Amedeo Dagna dell’Ass. Via Francigena di Sigerico di Ivrea presenteranno: “La nuova guida francigena in Canavese” pocket in italiano-inglese, e la “Via Francigena nella Città di Ivrea”; a cui seguirà la presentazione del progetto del Liceo Carlo Botta di Ivrea: “Primo Festival Culturale della Via Francigena Canavesana”, con l’intervento della Preside prof.sa Lucia Mongiano.

Gli appuntamenti letterari della giornata sono con Elisabetta SignettoStoria e mitologia del Canavese” dalle antiche leggende ai giorni nostri, raccontata a fumetti; Bruno Testa con “letteratura e fumetti” (Edizioni Astragalo); Monica Ramazzina con le due collane editoriali rivolte ai bambini 3-6 anni: “Favole per una settimana” e “Emozioni in musica” (Edizioni Atene del Canavese); Alessandra Ferraro con “Quel filo che ci unisce – Un padre e una figlia” (Edizioni Astragalo); Giovanni Broglio dell’Ass. Mario Clemente con “Luigi Broglio il padre dell’astronautica italiana dalle origini canavesane”. Segue l’anteprima sugli atti del Convegno: “Luigi Broglio: le attività aerospaziali italiane tra passato e futuro” a cura del prof. Giuseppe Rao; Pier Franco Quaglieni Storico e Direttore del Centro Studi Pannunzio di Torino con “Francesco ed Edoardo Ruffini, i Professori che dissero No a Mussolini”; Lucia Biagina con “Segnature Secret a’Raziuna – Tra credenze popolari e culto”. Concludono la giornata l’“Apericena” con i prodotti De.C.O. (degustazione a cura di Formont Dora Baltea) e Alfredo Bider vincitore del Concorso Nazionale “Images”, con il Docente universitario Paolo Trivero presentano: “Tout est et n’est rien – Il Santuario di Oropa e Aimone di Challant un Vescovo eretico”.

Sabato 28 maggio alle ore 11.00 l’Aperitivo letterario presso il Balmetto Fiorina in Via del Buonumore (evento proposto in collaborazione con l’Associazione “J Amis dij Balmit). L’autrice Daniela Ghirardo presenterà il libro: “Balme Balmit Barmet Passeggiate per tutte le stagioni” con particolare riferimento ai balmetti di Borgofranco.  Nei “Pomeriggi in Giardino” è stato raggiunto un ulteriore obiettivo l’allargamento culturale del Festival canavesano alla bassa Valle d’Aosta, difatto un congiungimento culturale-storico-territoriale sempre esistito. Secondo appuntamento quindi per la Valle d’Aosta, dopo il precedente a cura del Forte di Bard, con la conferenza curata dal Comune di Issogne e dalla Biblioteca comunale “Issogne il Castello dei Sogni – Tra D’Andrade e Avondo” alla quale interverrà la Storica dell’arte Sandra Barberi, per la Biblioteca Bianca Felesini e Graziella Priod e il Sindaco Patrick Thuegaz

Gli appuntamenti letterari della giornata sono con la conferenza: “Il castello di Montestrutto e la pieve di san Lorenzo” intervengono Sabrina Noro Sindaco del Comune di Settimo Vittone, Christian Verraz Delegato FAI Scuola Ivrea e Canavese e Corrado Bollo Presidente dell’Ass. Octava Paesaggi di Storia; Helena Verlucca con “Dana, la moldava. Storie di donne coraggiose” di Dana Petcu con Margherita Barsimi (Hever Edizioni); Marianna Giglio Tos con “Il Rito antico” scarlo, zappata e funerale, nel Carnevale Storico di Ivrea. Sesto volume della Collana “Una volta anticamente”; Natalia Marraffini, vincitrice del Concorso Nazionale “Lingua Madre” del Salone del Libro di Torino 2021, con “Offline zona rossa” (Porto Seguro Editore); Silvia F. Battistello con “Ivrea e il Castello del Conte Verde” Una meticolosa ricerca, ricostruisce la storia del castello simbolo della città di Ivrea; Centro Studi Fenoglio di Alba con “Omaggio a Beppe Fenoglio – La paga del sabato”. Centenario della nascita di Beppe Fenoglio, interviene il prof. Giacomo Verri; Massimo Centini con “Tracce di Sacro – Storia mito e tradizione tra Piemonte e Valle d’Aosta”, e il saggio su “I luoghi di Emilio Salgari”. Concludono la giornata l’“Apericena” con i prodotti De.C.O. (degustazione di prodotti a denominazione comunale d’origine, a cura di Formont Dora Baltea) e con Piero Abrate che presenta: “Guida Piemonte: le grandi bellezze”. Una guida turistica, dove non mancano luoghi “nascosti” da riscoprire.

Domenica 29 maggio non solo libri e conferenze, ma anche un momento di confronto stimolante, come la tavola rotonda “Nell’era del web e del digitale, quale ruolo per il libro? Ebook e/o cartaceo?” con gli editori: Hever Edizioni, Edizioni Atene del Canavese, LeMus Edizioni, Edizioni Pedrini; moderatora Carlo Maria Zorzi Direttore del Risveglio Popolare, giornale che è media partner con Radio Spazio Ivrea di Borgolibri 2022. Nel primo pomeriggio “Barocco & Balmetti” visita guidata al ricetto, balmetti e Palazzo Marini. Ultimo appuntamento con la Valle d’Aosta con  gli interventi istituzionali del Sindaco di Verrés Alessandro Giovenzi e del Vicesindaco Alessandro Rossi in apertura della presentazione del libro dell’autrice Ezia Bovo, sul culto di “Saint-Gilles Sant’Egidio – 1000 anni della Prevostura diventata Abbazia”. Chiusura del ciclo conferenze con l’appuntamento “Esperienza di valorizzazione: Agliè San Giorgio Canavese e Castellamonte Tre Terre canavesane – Festival della reciprocità” con gli interventi di Marco Succio Sindaco di Agliè, Andrea Zanusso Sindaco di San Giorgio Canavese e Pasquale Mazza Sindaco di Castellamonte.

Gli appuntamenti letterari dell’ultima giornata vedono Laura Decanale Bertoni “Vallaise-Vallesa Memorie di una dinastia intramontana” Storia e vicende della grande casata; Aristide VieroAugusta Praetoria Salassorum – Valle d’Aosta Magica”; Dino Valle “Brigate Rosse – Colpirne uno per educarne 100”. Storia delle Brigate Rosse sino ai recenti avvenimenti francesi del 2021; Ugo Revello la tetralogia revelliana da “Suma bin ciapà a Balengo!”. Vendita e critica ne hanno decretato un grande successo.

La chiusura del Festival è con il teatro grazie al gradito ritorno, dopo il successo della scorsa edizione, dell’attore Oreste Valente che si esibirà nel giardino di Palazzo Marini presentando “Innamoratamente…”.

Un’ulteriore novità della manifestazione è il mercatino del libro usato e d’antiquariato con la partecipazione di diversi espositori privati.

Borgo Libri è una proposta di conoscenza del territorio attraverso le sue descrizioni nelle sue varie forme e dei suoi saperi: è un programma di contaminazione tra letteratura, storia, poesia, fumetto, pittura, teatro.

Tutte le informazioni: www.edizionipedrini.com

locandina-borgo-libri-2022

Seguici

Visit Canavese è un progetto di proprietà di

Seguici sui social

Visit Canavese è un progetto di proprietà di

2022 © CanaveseLab3.0 di Scagnolari Sonia - P.IVA IT11971220014 - Tutti i diritti riservati

Condividi con un amico
Ti invio questo link perchè penso possa interessarti.

Borgo Libri: Festival della letteratura a Borgofranco d'Ivrea, https://visitcanavese.it/borgo-libri-festival-della-letteratura/